Insegnare al cane il RESTA

Il RESTA è un esercizio utile in molte situazioni in cui c'è la necessità che il vostro cane rimanga fermo (soprattutto se è senza guinzaglio), senza dover ogni volta metterlo al guinzaglio, quindi limitando la sua libertà il meno possibile.

 

ESECUZIONE DELL'ESERCIZIO: iniziate in un luogo che abbia pochi stimoli esterni e con la lunghina agganciata alla pettorina o al collare del cane (per poterlo riprendere in caso fugga), con il cane seduto al vostro fianco, dicendo un secco RESTA, ruotate molto lentamente ed andate a posizionarvi davanti al vostro amico a quattro zampe, contemporaneamente tenete la vostra mano aperta in direzione dei suoi occhi, così piano piano assocerà il gesto all'esercizio. Sempre con la mano aperta verso il cane, tornate nella posizione iniziale e dite al vostro cane VAI, così da comunicargli la fine dell'esercizio (e la mano torna al fianco). A questo punto potete premiarlo con lodi, bocconcini e/o carezze, ma senza eccitarlo troppo. In caso il cane si muova prima del previsto, tornate al punto di partenza e ripetete l'esercizio, se si allontana da voi utilizzate la lunghina per farlo tornare al suo posto.

 

Inizialmente provate con il cane SEDUTO come posizione di partenza e cercate di fargli mantenere quella posizione vicino a voi, poi sarà possibile dare il RESTA anche con il cane a TERRA o con il cane in piedi, ma gradualmente e seguendo i tempi di apprendimento del cane stesso e di volta in volta allontanandovi sempre di più (se tutto fila liscio).

 

Come negli altri esercizi, è importante adattare il vostro lavoro al tipo di cane, al suo carattere, alla sua struttura, alla sua età, insomma esercizi su misura. Inserite gli stimoli esterni gradualmente, fino a quando pronunciando la parola RESTA il cane rimarrà nella posizione in cui si trova o in quella che voi gli avrete chiesto associando più esercizi insieme (per es. SEDUTO + RESTA o TERRA + RESTA).


condividi